• images/front_slide/ham_spirit.jpg
  • images/front_slide/prociv.jpg
  • images/front_slide/sperimentazione.jpg

Dalle Sezioni: CISAR SAPRI A.R.P.A.C. modifica legge regionale per radioamatori

Stampa
Creato Domenica, 06 Febbraio 2011

80px-sapri-stemma.png

     

arpac4.gif

Dalle Sezioni: CISAR SAPRI  

 A.R.P.A.C. Importante modifica alla legge regionale per radioamatori

 

In Campania, dal 2001 fino ad ieri, in ambito di radiocomunicazione, pendeva una spada di Damocle chiamata Legge Regionale 14/2001, ovvero sia “TUTELA IGIENICO SANITARIA DELLA POPOLAZIONE DALLA ESPOSIZIONE A RADIAZIONI NON IONIZZANTI GENERATE DA IMPIANTI PER TELERADIOCOMUNICAZIONI”.

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Nata dalla giusta necessità di salvaguardare la salute pubblica, la normativa nazionale, recepita e adeguata nelle singole Regioni, sui campi elettromagnetici e sui rischi biologici correlati, nell’intento di controllare gli impianti radiotelevisivi e telefonici, ha incluso, o perlomeno, non ha chiaramente escluso i Radioamatori nel considerare, genericamente, tutti gli impianti fissi per telecomunicazioni e quindi “ sorgenti che generano radiazioni non ionizzanti, utilizzate in impianti fissi delle telecomunicazioni e radiotelevisivi con frequenza compresa tra 100 KHZ e 300 GHZ e con potenze efficaci massime al connettore di antenna superiore a 7 watt”. .

Le conseguenze erano che, per quel che concerne la Campania, un Radioamatore nel rispetto di tale normativa, doveva:

Entro trenta giorni dall’entrata in possesso della sorgente di radiazione non ionizzate, comunicare all’A.R.P.A.C., le caratteristiche tecniche dell’apparato; Sottoporre il proprio impianto a parere preventivo del Comune di appartenenza e presentare istanza di autorizzazione al Presidente della Provincia tramite A.R.P.A.C.; Sottoporre il proprio impianto a test di conformità ai limiti e alle misura di cautela sanitaria, con la precisazione che gli oneri derivanti dell’attività prestata dalla competente struttura dell’A.R.P.A.C. erano a carico del titolare dell’impianto o del legale rappresentante;

Ottemperare all’obbligo di effettuare semestralmente l’autocertificazione rispetto alla concessione e all’inquinamento elettromagnetico.

  La parte più “interessante” è quella che riguarda le sanzioni:

“GRADUAZIONE DELLE SANZIONI (ART. 9 L.R. 14/01)

Omessa comunicazione ai sensi dell’ art. 2, comma 1) e dell’art. 4, comma 3) € 5000,00

Omessa richiesta di autorizzazione ai sensi dell’art. 8, comma 1 € 25000,00

Installazione dell’impianto senza l’autorizzazione di cui all’art. 3, ovvero in difformità

della stessa € 25000,00

Spostamento dell’impianto in altro sito senza l’autorizzazione di cui all’art. 3 € 25000,00

Modifiche dell’impianto che comportino il superamento dei limiti previsti dalla normativa

vigente senza l’autorizzazione di cui all’art. 3, ovvero in difformità della stessa € 25000,00.

 

Da oggi in Campania la legge prevede in aggiunta all’Art. 1:

 

1. “Le disposizioni della presente legge non si applicano alle stazioni di radioamatore. di cui al

Lgs. n.259 del l°agosto 2003 recante “Codice delle comunicazioni elettroniche’, se

operanti nel rispetto dei limiti di potenza previsti dal Codice in vigore.

2. I titolari delle stazioni di radioamatore di cui sopra comunicano, all’Agenzia regionale per la protezione ambientale della Campania, il luogo e l’indirizzo di esercizio della stazione e la potenza trasmissiva massima per ciascuna banda di frequenza utilizzata.

Niente di più di una semplice comunicazione, similare a quella che già si fa al Ministero.

 Appena la legge sara pubblicata sul BURC ve ne invierò copia
 
E' doveroso infine citare i nomi delle persone che si sono spese economicamente e politicamente al di fuori di qualunque colore associativo e con il solo spirito di migliorare una realta penosa in cui i radioamtori campani erano costretti a vivere insomma semplice HAM SPIRIT. Le persone in questione sono Giuseppe PACIFICO IK8WCQ Presidente ARI SALERNO, Autilia LENZA IZ8FFQ Segretario ARI SALERNO ed Michelangela IZ8TPW.
 
 
Il Segretario Giuseppe IZ8TFA


© Content Copyright by C.I.S.A.R. 1981 - 2021 C.F. 96315430585

Joomla 1.6 Templates designed by Joomla Hosting Reviews