• images/front_slide/ham_spirit.jpg
  • images/front_slide/prociv.jpg
  • images/front_slide/sperimentazione.jpg

Punto di vista :1298 MHz e dintorni...

Stampa
Creato Giovedì, 30 Aprile 2009

 

                                               << PUNTO DI VISTA >>
 
Rubrica di approfondimento e riflessione  sui vari argomenti del mondo radioamatoriale non sempre visti dal medesimo  " Punto di Vista "
 
                    1298 MHz e dintorni........   di Mauro  IW3ROW

                                                ...... FUORI BANDA?

 
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

1298 e dintorni...

Negli ultimi tempi l'argomento D-Star sembra muovere con una certa sollecitudine, opinioni, discussioni tecniche e forse qualche piccola polemica tra i siti e forum di associazioni ed appassionati in Italia.L'articolo di Angelo Brunero IK1QLD di qualche giorno fa, ha messo in risalto qualche ombra sul tema, spostando la discussione anche a livello europeo.

Quello che percepisco tra le varie iniziative di sperimentazione sul D-Star è, passatemi il termine, una certa fretta che a volte diventa quasi incapacità di riflettere a fondo sulle diverse sfaccettature  di questo sistema che andrebbero analizzate con la calma, la competenza e le cautele  necessarie. Sperimentazione che deve servire per comprendere a fondo gli attuali limiti ed infrangerli, per far si che i radioamatori tornino ad essere tali e non installatori abbagliati da fiammanti unità Rack 19"firmate. Probabilmente è solo così che saremo in grado di cogliere quelle opportunità promesse ed oggi in parte negate dal digitale, evitando un giornodi guardarci alle spalle e chiederci: "fu vera gloria?".

Ad ogni buon conto, questa è una mia sensazione, un mio"punto di vista", ma se di fretta si tratta sono sicuro che il vecchio detto che la definisce cattiva consigliera è quanto mai azzeccato. E sicuramente è stata portatrice di cattivo consiglio o forse fonte di semplice smemoratezza quando deve aver suggerito a qualcuno l'utilizzo di alcune frequenze in sintonia con i dettami IARU, ma che si portano appresso solo un piccolo problema: non sono assegnate al servizio di radioamatore in Italia. Beh certo, la fretta, lavoglia di sperimentare, di fare, di rendersi utili sono cose nobili, ma la legge è legge e nel nostro paese il Piano Nazionale di Ripartizione delle Frequenze lo è con tanto di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.
Duole ricordarlo, ma noi radioamatori Italiani ci dobbiamo fermare a 1298 MHz!

Capita così che su siti Internet i quali si pongono come punti di riferimento per la sperimentazione D-Star nazionale ed internazionale campeggino annunci di attivazioni su frequenze del tipo 1298.500 per lamodalità DD oppure 1298 anch'essa non possibile per la larghezza di banda occupata, con tanto di riferimento ad un nominativo Ministeriale.
 Strano che nessuno nel leggere queste frequenze abbia fatto un balzo sulla sedia, ma evidentemente ha prevalso l'entusiasmo nel correre a sintonizzare i propri apparati. Forse in alcuni casi siamo stati troppo abituati a frequenze e Shift bizzarri ed inusuali in nome del D-Star,tanto da farci sembrare normali persino eventuali attivazioni fuori banda.

"Ai posteri l'ardua sentenza..."

                        MauroOlivieri IW3ROW

© Content Copyright by C.I.S.A.R. 2012

Joomla 1.6 Templates designed by Joomla Hosting Reviews