Radioascolto: le info di aprile 2022

Stampa
Creato Mercoledì, 20 Aprile 2022
Gruppo Radioascolto Subalpino

Trasmissioni dai teatri di guerra

SW-ITA

Il nostro vivere è stato violentemente scosso da fatti ed eventi che né le giovani generazioni, né quelli della mia età avrebbero pensato potessero ancora verificarsi in questa nostra Europa...

 

 

Cari lettori,
il nostro vivere più o meno tranquillo è stato violentemente scosso da fatti ed eventi che né le giovani generazioni, né quelli della mia età avrebbero pensato potessero ancora verificarsi in questa nostra Europa, per certi versi vecchia abbastanza per reputarsi saggia, per altri versi nuova per pensare di poter fare a meno delle esperienze del passato.

Non credo che si possa imputare all'"imponderabile" la causa della guerra che sta martoriando il popolo ucraino: saggisti, politici, sociologi e storici si sono cimentati (e continuano a farlo) in fiumi di riflessioni, pagine di analisi, chilometri di valutazioni ora come mai prima in questa tragica attualità che ci tocca perché molto vicina; e ci accorgiamo forse solo ora che guerre, devastazioni, genocidi, violenze su vecchi donne e bambini, stragi di civili e militari ed ogni genere di turpitudini dell'uomo sono purtroppo all'ordine del giorno in questo nostro pianeta, frutto di quello che - lasciatemelo dire - solitamente definisco come "l'errore della creazione", ovvero il libero arbitrio dell'uomo, che invochiamo quando sventoliamo le bandiere della libertà e della solidarietà e malediciamo quando ci accorgiamo di quanto male ne usiamo e ne abusiamo. Tranne poi chiederne conto a Dio, come se fosse Lui il responsabile...

In mezzo a questa disgrazia totale, a questa ennesima sconfitta della libertà e del libero arbitrio che ha l'uomo di compiere il bene quanto il male, ci siamo noi: radioamatori, radioascoltatori, SWL, BCL. Mi è stato chiesto se mi sia messo all'ascolto delle emittenti che generano jamming ed informazioni di regime, dei programmi nati ad hoc per diffondere notizie e reportage supposti liberi ed indipendenti; se abbia cercato di captare le comunicazioni militari degli invasori o di quanti si difendono; se abbia captato comunicazioni strategiche, interessanti, intriganti...

Scusatemi, ma non riesco ad usare del mio hobby, che è uno svago ed un divertimento, come strumento per cercare di ascoltare il male assoluto che è la guerra, le disgrazie e le sofferenze dei popoli, il dolore della gente, i farneticanti proclami di regime, gli appelli accorati, gli strazianti comunicati dei reporter di guerra e dei rappresentanti del popolo invaso; e potrei continuare...

E' il mio punto di vista, non necessariamente condivisibile, per cui - mi scuserete - non troverete in queste pagine indicazioni di frequenze, di trasmissioni per sintonizzarsi sui teatri di guerra, per ascoltare comunicazioni solite e/o insolite. Non mi sono messo a cercare di ascoltare - con un mezzo di svago e di divertimento - le disgrazie, gli orrori, le tragedie, la catastrofe. Tanti altri lo hanno fatto e lo stanno facendo, chi ha interesse può trovare sulla Rete quanto gli occorre.

E nell'occasione vi invito a cercare i pezzi giornalistici e di divulgazione, le analisi scientifiche e sociologiche ma anche gli scoop di Andrea Borgnino IW0HK, già IW1CXZ, che cura diverse trasmissioni radiofoniche di RAI Tre come serio e preparato radioascoltatore, ma soprattutto come fine giornalista e divulgatore (dirigente radiofonico, responsabile delle Teche Radio RAI, co-conduttore di Radio 3 Mondo, curatore di RAI Play Sound; giusto per capire di chi parlo: https://storygenius.it/2022/02/13/andrea-borgnino-cerco-storie-nuove-storie-che-si-possono-offrire-magari-solo-in-audio/).

Mi ripeto: è un mio limite ed una mia scelta, nella piena libertà di espressione che la democrazia ci permette nel nostro pur non perfetto Paese.

Piuttosto, per chi ama esercitarsi nel divertimento e nell'hobby del radioascolto come mezzo e luogo per ritrovarsi e condividere, sperimentare assieme, confrontarsi finalmente de visu piuttosto che dietro la webcam di un computer o la telecamera di uno smartphone, ricordo il Campo di Radioascolto di Primavera di Pietra Ligure, storico appuntamento per gli amanti delle riunioni di radioascolto, che dopo due anni di blackout causa emergenza sanitaria ha finalmente luogo quest'anno dal 5 all'8 maggio.

Qui tutti i particolari: http://ik1qld.blogspot.com/.

Angelo Brunero IK1QLD - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. IK1QLD