• images/front_slide/ham_spirit.jpg
  • images/front_slide/prociv.jpg
  • images/front_slide/sperimentazione.jpg

Radioascolto: le info di luglio 2010

Stampa
Creato Lunedì, 23 Agosto 2010
ctcss

CTCSS e DCS

Parliano di Continuous Tone Coded Squelch System e di Digital Coded Squelch, modalità e/o procedure per cercare di rendere le trasmissioni insensibili ai disturbi casuali o intenzionali.


 

circuit.jpg Il "Continuous Tone Coded Squelch System" (CTCSS) è una modalità o procedura attraverso la quale un ricevitore radio rimarrà in silenzio fino a quando non riceve una trasmissione che include un particolare tono audio (solitamente vicino alla soglia di udibilità dell'orecchio, perciò detto anche, forse impropriamente, subtono o tono sub-audio). Solo quando questo tono sarà ricevuto in modo continuo (solo quando, cioé, accompagna la trasmissione), si è in grado di ascoltare la trasmissione ricevuta. Comunemente sono 47 i toni utilizzati, compresi tra 67 e 250 Hertz: sono frequenze poco udibili dall'orecchio umano, ed infatti la maggior parte delle radio filtra eventuali frequenze inferiori a 300 Hertz.

 

 

67.0Hz 77.0Hz 88.5Hz 100.0Hz 114.8Hz 131.8Hz 151.4Hz 167.9Hz 186.2Hz 199.5Hz 218.1Hz 241.8Hz
69.3Hz 79.7Hz 91.5Hz 103.5Hz 118.8Hz 136.5Hz 156.7Hz 173.8Hz 189.9Hz 203.5Hz 225.7Hz 250.3Hz
71.9Hz 82.5Hz 94.8Hz 107.2Hz 123.0Hz 141.3Hz 159.8Hz 179.9Hz 192.8Hz 206.5Hz 229.1Hz 254.1Hz
74.4Hz 85.4Hz 97.4Hz 110.9Hz 127.3Hz 146.2Hz 162.2Hz 183.5Hz 196.6Hz 210.7Hz 233.6Hz ---

 

 

Il "Digital Coded Squelch" (DCS) è qualcosa di simile, ma invece di inviare un tono continuo ad una data frequenza, al segnale radio viene aggiunta una trasmissione di dati digitali. Questo codice digitale viene trasmesso ad una velocità molto bassa, circa 134 bit al secondo (il codice è lungo 23 bit). Se si potesse ascoltare in altoparlante, suonerebbe come una nota pulsante a bassa frequenza. Ci sono ben 176 codici DCS disponibili, anche se alcuni di loro non sono raccomandati per l'uso.

Un metodo non è necessariamente migliore dell'altro. Le radio utilizzate debbono ovviamente inviare e ricevere lo stesso segnale di codifica, non importa quale dei due usare. Si noti che molta gente pensa che se si attiva uno di questi codici si avrà un canale privato. Non è vero, altri utenti possono interferire con le tue trasmissioni se trasmettono contemporaneamente, anche se utilizzano un codice diverso.

 

 

IK1QLD Angelo Brunero IK1QLD

© Content Copyright by C.I.S.A.R. 2012

Joomla 1.6 Templates designed by Joomla Hosting Reviews