• images/front_slide/ham_spirit.jpg
  • images/front_slide/prociv.jpg
  • images/front_slide/sperimentazione.jpg

Radioascolto: le info di marzo 2010

Stampa
Creato Venerdì, 02 Aprile 2010

Si è da poco conclusa la IIX edizione dal campo di ascolto radio di Pietra Ligure (25-29 marzo) dell'AIR, Associazione Italiana Radioascolto. Sono stati effettuati tanti ascolti interessanti.

Cominciamo con qualche informazione sugli ascolti effettuati in banda marittima. LOCAVURNAV, COSTAVURNAV ed altro...

eton e1

L'Isituto Idrogfrafico della Marina (I.I.M.) emette costantemente, su frequenze radio assegnate, gli avvisi ai naviganti ai fini della sicurezza della navigazione. Il D.P.R. n. 435 del 08/11/1991 infatti dispone che tutte le navi debbano essere dotate delle carte nautiche, generali e particolari, degli avvisi ai naviganti e di ogni altra pubblicazione ed istruzione nautica di cui all’art. 142 che possano essere necessari nel corso del viaggio. Gli Avvisi ai Naviganti hanno lo scopo di far conoscere agli utenti tutte le notizie, sia di carattere temporaneo che definitivo, interessanti la sicurezza della navigazione, che ancora non figurano nei documenti nautici ufficiali (carte e pubblicazioni edite da Servizi Idrografici di Stato). Tali notizie, secondo la loro urgenza, possono essere diffuse:

  • con sistemi radioelettrici (radiotelegrafici, radiotelefonici, radiotelescrivente): AVURNAV (AVvisi URgenti ai NAViganti), NAVAREA e NAVTEX;
  • a stampa, per mezzo del Fascicolo AVVISI AI NAVIGANTI, pubblicato dall’I.I.M.

Istituto Idrografico della Marina  

In seguito all’iniziativa congiunta dell’IMO (International Maritime Organization) e dell’IHO (International Hydrographic Organization), è stato realizzato un coordinamento a livello mondiale per la diffusione degli Avvisi ai Naviganti denominato WWNWS (World-Wide Navigational Warnings Service). Presso l’International Hydrographic Bureau, B.P. 345 Montecarlo, Monaco, si può reperire gratuitamente un documento descrittivo del servizio.

Tali Avvisi urgenti ai Naviganti (Navigational Warnings) hanno lo scopo di fornire ai naviganti un’informazione immediata sugli avvenimenti che possono costituire pericolo per la navigazione; molti avvisi sono di natura temporanea, ma alcuni restano in vigore alcune settimane e possono successivamente essere seguiti da normali Avvisi ai Naviganti (Notices to Mariners) a stampa. Il sistema è costituito da avvisi NAVAREA, Costieri e Locali.

Avvisi NAVAREA

Gli oceani ed i mari del mondo sono divisi in 16 zone, ciascuna delle quali è denominata AREA, contraddistinte da un numero (in cifra romana) di identificazione. Per ciascuna area uno degli Stati rivieraschi, appartenenti alla medesima zona, assume le funzioni di “Coordinatore di Area” ed ha il compito di raccogliere, vagliare e diffondere sotto forma di avvisi ai naviganti le informazioni relative all’area di competenza. Tali avvisi, che assumono la denominazione di NAVAREA, sono trasmessi da una o più stazioni radio a largo raggio, gestite dal coordinatore di area, che coprono l’intera area più una fascia di 700 miglia entro le aree adiacenti. Le trasmissioni, che avvengono ad ore del giorno stabilite, sono programmate in modo da coincidere con almeno uno dei normali periodi giornalieri di ascolto radio e le informazioni sono ripetute, con frequenza variabile col passare del tempo, finché il pericolo sia cessato o finché l’informazione sia stata sufficientemente diffusa.

Gli avvisi Navarea contengono generalmente informazioni relative alla sicurezza della navigazione in alto mare e lungo le rotte principali del traffico marittimo, all’esistenza di nuovi relitti od alla scoperta di nuovi pericoli naturali, alle avarie od a nuove installazioni di segnalamenti luminosi, ai principali sistemi di radionavigazione, agli accessi ai porti più importanti, alle operazioni antinquinamento, alla posa di cavi o ad altre attività sottomarine in corso. Gli avvisi Navarea sono normalmente sufficienti per le navi che percorrono le principali rotte di traffico, al largo delle coste. Gli avvisi Navarea, che vengono trasmessi in lingua inglese e in una o più lingue ufficiali delle Nazioni Unite, sono contraddistinti dalla parola NAVAREA, seguita dal numero romano indicante la zona, e numerati progressivamente ogni anno. Per l’AREA III, che comprende il Mar Mediterraneo ed il Mar Nero, il paese coordinatore è la Spagna. Gli Avvisi NAVAREA III sono diffusi via radio, via SafetyNET e via Navtex.

Avvisi Costieri (Coastal Warnings)

Sono avvisi emessi per fornire quelle informazioni che interessano solo una determinata regione costiera. Non riguardano solamente le principali rotte del traffico marittimo. Sono radiotrasmessi più frequentemente dei NAVAREA, ma solo nella regione marittima interessata al possibile ostacolo/pericolo. Spesso forniscono informazioni supplementari agli avvisi NAVAREA. Sono radiotrasmessi in inglese e nella lingua nazionale dello stesso paese che ha originato la notizia.

Avvisi Locali (Local Warnings)

Sono avvisi che completano quelli Costieri fornendo le informazioni che generalmente non interessano la navigazione delle navi maggiori; prevalentemente riguardano i porti e le acque vicine alle coste. Sono solitamente diffusi nella sola lingua nazionale.

Perseus + Sony Vaio

Locavurnav e Costavurnav

In particolare per l’Italia, gli Avvisi Urgenti ai Naviganti di tipo locale (LOCAVURNAV) sono trasmessi dalla stazione costiera prossima alla zona relativa alla notizia. In caso di notizie di particolare rilievo viene emesso un avviso di tipo costiero (COSTAVURNAV), nelle lingue italiana ed inglese, da tutte le stazioni radio costiere italiane indicate nel volume “Radioservizi per la Navigazione - Parte I”. Gli Avvisi ai Naviganti urgenti sono inoltre trasmessi alle Autorità che, in qualche modo, sono interessate alla diffusione dell’informazione nautica. Le notizie diffuse secondo le succitate tipologie, sono inserite nel Fascicolo Avvisi ai Naviganti solo nel caso rivestano notevole importanza e siano di considerevole durata.

Queste sono le frequenze e le stazioni radio costiere italiane ascoltate nel recente campo d'ascolto di Pietra Ligure organizzato dal gruppo locale di Torino nei giorni 25-28 marzo scorsi.

2789 kHz: IDF Messina Radio
2719 kHz: IZN Porto Torres Radio
2680 kHz: IDC Cagliari Radio
2663 kHz: IPC Crotone Radio
2656 kHz: IPA Ancona Radio
2642 khz: ICB Genova Radio
2632 kHz: IQH Napoli Radio
2628 kHz: IQA Augusta Radio
2624 kHz: IQX Trieste Radio
2600 kHz: IQQ Mazara del Vallo Radio
2579 kHz: IPB Bari Radio
1925 kHz: IPL Livorno Radio
1888 kHz: IPD Civitavecchia Radio
1876 kHz: IQN Lampedusa Radio
1855 kHz: IQP San Benedetto del Tronto Radio
1852 kHz: IPP Palermo Radio

Manca all'apello soltanto la stazione di Venezia che trasmette gli avvisi ai naviganti su 1680 kHz.

 

IK1QLD Angelo Brunero IK1QLD

 

© Content Copyright by C.I.S.A.R. 2012

Joomla 1.6 Templates designed by Joomla Hosting Reviews