• images/front_slide/ham_spirit.jpg
  • images/front_slide/prociv.jpg
  • images/front_slide/sperimentazione.jpg

Ma allora questo link nazionale?

Stampa
Creato Giovedì, 11 Agosto 2016


MA ALLORA...QUESTO LINK NAZIONALE ??



Poco meno di un anno fa, attraverso questo portale web, venne chiesto un parere  ai radioamatori ,<<<< link >>>>, domanda che alcuni definirono provocatoria, ma che in realtà nacque spontaneamente e a solo  titolo consultativo alla luce di situazioni createsi attorno al nostro storico sistema. E' passato molto tempo e onestamente tra le tante cose questa ci era sfuggita...ma la vignetta di Ciccio e Peppe Hph ha dato il "la" per ricordarlo e quindi in sostanza cosa è venuto fuori??
Vi furono molteplici feedback  non solo da parte di radioamatori, ma anche radio ascoltatori e appassionati, soci e non, dai più "vecchi"  OM ai nuovi  giovani rampolli rampanti delle tecnologie più innovative. Non sono state fatte percentuali numeriche , perchè l'argomento andava affrontato con quel tatto e quel rispetto diverso dalla fredda matematica,in quanto, inutile negarlo, per molto tempo il Link Nazionale è stato per molti  di noi la nostra spina dorsale, il nostro essere su cui basavamo gran parte della nostra identità. Al di là del suo utilizzo, che ormai anche i sassi sanno differenziare con il sistema a livello tecnico, l'invito per la stragrande maggioranza è stato quello di andare avanti, magari di perfezionare quei sistemi di telemetria, telecomandi e link su basi digitali, si perchè ormai le circolari di collegamento manco a farlo apposta..sono quasi tutte interferite da segnali che rombano: to-tto-to-tto-to-tto,nonostante fossero state li da anni, ma vedete per molti la tecnologia più recente deve avanzare, e secondo alcuni OM più giovani era giusto invece spegnerlo per liberare frequenze. Plausibile anche questo, anche se non sempre tutti  conoscono la storia, le battaglie e le mille peripezie di OM che hanno tenuto acceso i loro sistemi  nonostante minacce, ripicche, interferenze denunce...fino ad arrivare ad oggi, dove ognuno fà quello che vuole. Quindi niente spegnimento ma ristrutturazione, del resto ve lo immaginate, come paragone, togliere la telegrafia al sodalizio che per anni ce lo ha contestato??

Il buon Natale IW0UIF, ormai da anni coordinatore senza possibilità di ritiro in quiescenza, ha già pronta la personale aureola, per la pazienza oltre l'impegno che ha profuso in questi anni, purtroppo non sempre ricambiato, e penso sia rimasto particolarmente contento di questo riscontro. I manutentori saranno liberi di scegliere se proseguire o no,io personalmente l'ho già fatto da tempo, questa settimana abbiamo risistemato il M.Secchieta, poi sarà la volta dell'Amiata e di Bocca Trabaria per finire a Poti, insomma che si usi o no, spengerlo creerebbe sicuramente un vuoto , sia nell'etere  che dentro alcuni di noi. E poi vuoi mettere l'impatto di una frase detta da un OM dichiaratamente Non del Cisar: Se chiude il Link è l'inizio della fine...
Beh non certo dei radiomatori dico io, ma di una epoca che nel bene e nel male ha segnato una gran parte  della  storia del radiantismo italiano,quello di sicuro.

73 Giuseppe IW5CGM

© Content Copyright by C.I.S.A.R. 2012

Joomla 1.6 Templates designed by Joomla Hosting Reviews