• images/front_slide/ham_spirit.jpg
  • images/front_slide/prociv.jpg
  • images/front_slide/sperimentazione.jpg

“LO” HAM-SPIRIT

Stampa
Creato Venerdì, 22 Luglio 2016

Ham-Spirit, quante volte abbiamo sentito e nominato questo termine.

Ham-Spirit, difficile da tradurre se non fosse per la “onomatopeica” lingua Anglosassone.

Ham-Spirit, pieno di fascino antico (vintage si dice ora), emozionale, quasi commovente.

Ham-Spirit è la base della vita sociale Radioamatoriale, ciò che stabilisce le regole per la condivisione delle idee, delle esperienze, dei progetti, dell’aiuto reciproco per le proprie attività.

Ham-Spirit detta il comportamento da tenere in Radio con tanto di codice etico redatto sin dal 1928 da W9EEA (LINK)

Ham-Spirit è quello che potrete vivere nella vostra Sezione di qualsiasi Associazione essa sia.

Ham-Spirit è quello che riceverete alla richiesta di aiuto per installare la vostra nuova antenna.

 

TUTTE CAVOLATE !!!


Il Radioamatore è un solitario, ama socializzare con gli altri si, ma solamente da dietro un microfono ed ad una distanza minima di alcune centinaia di metri sufficienti a garantirgli di non essere visto mentre fa le smorfie.

Il Radioamatore è un competitore, di quelli della peggior specie, ama solo vincere (a volte senza neppure partecipare).
Contest, pile-up, diplomi, qualsiasi cosa va bene per competere ed in caso di “sconfitta” c’è sempre il Jolly, la moglie che lo ha chiamato, la zia che ha suonato al campanello o la telefonata.

Il Radioamatore è sempre in disaccordo con gli altri della sua specie, perché gli altri “non capiscono nulla”, a meno che non abbia bisogno di aiuto, in questo caso si trasforma in un gatto che fa le fusa, e sfoggia la sua arte di adulatore.
Il Radioamatore è coerente, basti pensare agli IW che popolano le HF, l’apoteosi sono gli IW che vanno in CW in HF.

Ma ... il Radioamatore da il meglio di se in Sezione!

Si infatti, in rari momenti e dopo una lunga sessione di training autogeno il Radioamatore contravvenendo ai suoi (solitari) principi decide di fare la sua “apparizione” in Sezione, per studiare le mosse dell’avversario.


Nel suo abitat sociale (Sezione) il Radioamatore si divide in gruppi di interesse. Ci sono i DX’er (2), gli anziani (2), il Presidente ed il Segretario che svolgono le attività di Sezione (2) ed il novizio che si affaccia (solitamente il flusso di partecipanti è 7 indipendentemente dal numero degli iscritti).

Il novizio si mette a curiosare ed ambientare prima osservando i cimeli appesi, bobine, variometri, antenne a telaio, valvole ecc.. poi quando si è ben mimetizzato con l’ambiente ed ha preso coraggio si avvicina ai vari gruppi per capire di che stanno parlando, solitamente inizia dai DX’er perché sono quelli che parlano più animatamente ed a voce alta (è l’abitudine al Pile-UP), qui si gioca il primo bonus dicendo che vuole costruirsi una antenna a canna da pesca, ma potrebbe cavarsela ed essere semplicemente ignorato, oppure portato a modificare la sua idea per una 12 elementi full-size per gli 80 metri.

Piano piano il novizio si sposta verso gli anziani, ignaro di quello a cui sta andando incontro, infatti da li a poco gli verrà impartita una storia del Radiantismo in pochi minuti, dalla linea Geloso al drake TR7, di come si facevano le cose una volta, di come si costruivano le cose una volta, di come erano belle le cose una volta e di come il Radiantismo sia finito oramai tanti anni fa, ripetuto ciclicamente in loop sino a quando con un piccolo stratagemma riesce a staccarsi, “scusate dov’è il bagno”!

Gli restano il Presidente e Segretario, questi gli prospetteranno le scarse entrate economiche della Sezione i conti ed il bilancio povero, la scarsa partecipazione degli iscritti (senza peraltro capirne il perché).

Il novizio è quasi salvo, è riuscito a passare una serata incolume in Sezione sino a quando vuoi l’inesperienza vuoi l’enfasi di essere accettato commette l’errore , gli esce un timido “echolink” (perché lo hai fatto andava tutto bene sino ad ora).

Tutti i gruppi si silenziano all’unisono, quasi fossero sincronizzati dal GPS.
Gli sguardi si girano su di lui.
Interminabili secondi in cui si possono udire solamente i battiti del cuore del novizio e le ali della mosca che ronza attorno al neon.
Il Top-Honor roll del gruppo DX’er lo fissa con occhi di ghiaccio degni del miglior film western, poi una smorfia è il suo cenno per gli altri di tornare ai loro argomenti.

Il Novizio si è visto passare davanti tutta la sua (breve) carriera Radiantistica, gli ci vorranno alcuni minuti prima di riprendersi, minuti nel quali si chiede se la sua attività sia stata irrimediabilmente compromessa. Questo non lo saprà ancora, ma di una cosa ne è certo, al prossimo incontro di Sezione non saranno in 7 ma in 6 … a meno che non ci sarà un nuovo Novizio.

Ovviamente si tratta di un racconto di pura fantasia, ed ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale

73 de IW (convinto) 6BFE

© Content Copyright by C.I.S.A.R. 2012

Joomla 1.6 Templates designed by Joomla Hosting Reviews