• images/front_slide/ham_spirit.jpg
  • images/front_slide/prociv.jpg
  • images/front_slide/sperimentazione.jpg

Caso Striscia a Loano: I radioamatori in rivolta per la clamorosa superficialità tecnica

Stampa
Creato Venerdì, 01 Gennaio 2016


STRISCIA la NOTIZIA a LOANO

RADIOAMATORI IN RIVOLTA PER
LA CLAMOROSA SUPERFICIALITà TECNICA
Continua la protesta per lo scandaloso servizio  che ha visto protagonista un nostro socio radioamatore di Loano, accusato con la propria attività di esser il soggetto interferente che inibisce i telecomandi delle auto e  seppur indirettamente, dal filmato,  le selettive del 118.
 I paradossi tecnici dello stesso video,


a partire dal fatto di non avere base legale di protezione interferenze su quei dispositivi delle auto a 433.920 MHz, la stessa frequenza 433.000 MHz indicata prima e quella poi dopo 435.00 MHz sulla radio di Andrea, uno dei veri segnali che operano su quella gamma svelati da noi nell' articolo di ieri , e per ultimo le prove fatte da OM su quei dispositivi ne fanno veramente  a nostro giudizio una commedia Clamorosa.
Da tali prove che trovate in rete fatte da Radioamatori  e che invito a fare e mandare anche a noi che pubblicheremo,si evince che non tutti i ricevitori di questi telecomandi di auto sono così poco selettivi, anzi alcuni funzionano proprio bene e quindi con i parametri di quel video non sono bloccabili. Questa ennesima conferma di Buffalo Bill pone allora il  quesito sulla concretezza di quei disturbi, sulla reale causa tecnica e non solo...ma siamo sicuri che tali segnali  non siano altresì una grande fantasia?
Innanzitutto ci occuperemo di capire chi sono le persone "tecniche" che hanno altresì lo sturalavandini in testa, a cui basta un analizzatore e una antenna Log  per decretare chi disturba,
i loro requisiti di abilitazione professionale di legge, la loro competenza, che giudichiamo limitata e semplicistica, sicuramente non  sono  radioamatori, poichè di HAM SPIRIT qui ne  vediamo ben poco.
Insomma se come si stà delineando è tutto campato in aria questo servizio chi l'ha voluto e richiesto?
Il lato positivo in questa storia  è come i Radioamatori Italiani compatti stiano rivendicando la propria identità, il proprio status e la propria competenza, valori che quel servizio ha gravemente offuscato nella pubblica opinione. E vi assicuro nuovamente  che i maggiori sodalizi di Radioamatori, ARI , ARS , A.Ra.C, A.O.T, E.R.A, sono con noi, come anche tantissimi OM che non appartengono a nessuno di essi,  uniti  nel volere a tutti i costi la  verità e le scuse. C'e' chi ha tentato di giustificare Striscia dicendo che facevano il proprio lavoro e che alla fine le interferenze non c'erano più. A costoro dico che forse non hanno ben capito tecnicamente di cosa si parla, e che il lavoro di Striscia non è quello del MISE,  tantomeno quello di creare abbufffale a discapito di qualunque categoria, dando credito a presupposti tecnicamente sbagliati o approssimati, non vorrete credere che a 500m di distanza i 433.000 diano noia agli apriporta della  Croce ROSSA vero?
E le "presunte interferenze"  beh  la voce del Tam-tam dell'etere sussurra che in certi luoghi d'Italia.. bastava per i turisti sbagliare strada dove parcheggiare per far misteriosamente nascere in aria un segnale su quelle gamme modulato ad hoc che bloccava le loro portiere. Favole forse, o forse no, ma i Radioamatori non c'entrano proprio nulla perchè le radio che trasmettono a 433.92 MHz costano 20 euro..e sono libere a tutti,oltre al fatto che tecnici si diventa, mentre Radioamatori si nasce.

Noi del CISAR ci siamo mossi subito perchè Andrea è nostro socio e non ci fermeremo, avendo  l'appoggio pressòchè unanime dei tantissimi Radioamatori che si sentono offesi, sviliti, umiliati come noi.
A chi ci chiede di fare azioni legali diciamo di attendere, le comunicazioni al dott. Antonio Ricci, autore del programma, sono state fatte, le proteste pure. Domani depositeremo un 'esposto al MISE perchè chiarisca questa situazione, invitandoli  alla richiesta dei requisiti  abilitativi tecnico professionali di chi ha operato, e  continueremo a cercare  finchè non ne verremo a capo.
Per fare ciò chiediamo l'aiuto di tutti, scrivete ai media e divulgate questo torto che ci è stato fatto, fate prove serie e documentate e mandatele a Striscia, fate sentire la vostra indignazione, difendete il vostro "essere Radioamatori"

Cara  redazione di STRISCIA questa volta HAI TOPPATO, vi prepareremo noi un Bel TAPIRO

73 Giuseppe IW5CGM




© Content Copyright by C.I.S.A.R. 2012

Joomla 1.6 Templates designed by Joomla Hosting Reviews